I vincitori del Premio Centottanta 2018

I vincitori del Premio Centottanta 2018

I giochi sono fatti! Ieri sera al Cinema Odissea di Cagliari si è tenuta la serata finale di premiazione del Premio Centottanta, contest cinematografico per filmmaker esordienti.

La partecipazione è stata anche quest’anno al di sopra delle nostre aspettative. Ci sembra innanzitutto doveroso congratularci con tutti i registi che hanno deciso di mettersi in gioco, dando vita a ben 51 cortometraggi.

Ringraziamo il pubblico, che ieri sera ha partecipato con grande calore alla serata condotta dalla straordinaria Michela Atzeni, assistendo con grande attenzione alla presentazione dei 12 cortometraggi finalisti.

Ringraziamo i nostri giurati, che hanno visionato i cortometraggi e assegnato i loro premi con grande professionalità e generosità: Emilia Agnesa, Massimo Mancini, Giulia Mazzarelli, Salvatore Mereu, Silvia Perra, Daniela Persico, Antonello Zanda, Paolo Zucca.

I nostri più sentiti ringraziamenti vanno ai nostri partner e sponsor, per aver permesso coi loro contributi di dare vita a un’iniziativa che si regge sulla partecipazione volontaria dei soci: il Cinema Odissea di Cagliari, Sardegna Teatro, Società Umanitaria – Cineteca Sarda, EjaTv, Filmidee, Grafiche Ghiani, S’Incontru, le Cantine di Mogoro e Castiadas, il panificio Fratelli Marteddu.

In ultimo ma non per importanza vorremmo ringraziare tutti i soci della nostra associazione Moviementu, che quotidianamente, con passione e perseveranza, si impegnano per creare e portare avanti una grande rete di professionisti, maestranze e semplici appassionati di cinema in Sardegna.

E ora, il verdetto tanto atteso.

I CORTOMETRAGGI VINCITORI DELLA SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO CENTOTTANTA SONO….

PREMIO SARDEGNA TEATRO – Residenza artistica presso Sardegna Teatro

WARLORDS di Francesco Pirisi

Il cortometraggio esprime con originalità, rigore e ritmo l’intersecarsi di due piani narrativi distanti. La forza dei corpi in stato di emergenza, in un equivalente clima di tensione e bellum homines contra homines, compone un’efficace immagine di universale sofferenza. Il tempo, inevitabile, scandisce le scelte dei protagonisti in uno stillicidio di aspettative e attese dentro cui prende forma, suono e corpo la medesima tragedia: lo stato di guerra, il costante assedio all’umanità.
Ritratto di esseri umani che – su diverse latitudini – sono accomunati dalla posizione subalterna: questa attenzione al racconto e alla presa di parola degli ultimi è un elemento su cui Sardegna Teatro concentra azioni, energie, riflessioni.

PREMIO FILMIDEE – Partecipazione alla Filmidee Summer School 2018

COME SPAZZATURA NELLE DISCARICHE di Riccardo Cara

Per la capacità di rappresentare in maniera inedita il territorio sardo, trasfigurando il paesaggio e aprendo squarci di cinema che mettono in connessione  l’interiorità del protagonista e le spoglie di un territorio decaduto.

PREMIO CINETECA WORKING – Corso di Color Correction Da Vinci

VIRAL di Davide Orrù, Stefano Angioni e Simone Paderi

Per la scelta di fare del “contagio” la cifra formale e sostanziale di un lavoro che, attraverso la tecnica del found footage e l’opportuno utilizzo di immagini in timelapse, si muove tra il cinema sperimentale e la videoarte.

PREMIO CINETECA – 1000 euro

DANS L’ATTENTE di Chiara Porcheddu

Per la capacità di rappresentare in immagini dal forte significato simbolico una dimensione temporale ed esistenziale di sospensione, che evoca senza mostrarli il passato e il futuro.

PREMIO MOVIEMENTU – 1000 euro

WARLORDS di Francesco Pirisi.

Per la capacità di costruire con forza due situazioni drammatiche dei giorni nostri.  Il regista ha dimostrato di avere una mano sicura e abile nella direzione degli attori, i quali hanno dato un’interpretazione intensa e credibile e – con un buon ritmo di montaggio – ha saputo dosare sapientemente la tensione e la carica emotiva, tenendola sempre alta per tutti i CENTOTTANTA secondi.

MENZIONI SPECIALI AL PREMIO MOVIEMENTU

MOZARTIA 1034 di Sabrina Melis

Per l’eleganza di un segno contemporaneo che travalica i confini del mezzo cinematografico.

L’UOMO CHE VISSE UNA VOLTA E MEZZO di Manuel Soro

Per la vivida intelligenza di un racconto che diverte e sorprende.

La seconda edizione del Premio Centottanta si conclude così, ma la chiusura di questa esperienza non è che l’inizio di un nuovo percorso per tutti i registi che hanno partecipato al concorso.

Per via della grande partecipazione al contest, così come l’anno scorso, tutti i 51 cortometraggi arrivati in concorso saranno proiettati sul grande schermo i giorni 21 e 22 giugno, in due serate organizzate alla Cineteca Sarda, in viale Trieste 118 a Cagliari.

Sarà una splendida occasione per gli autori per conoscersi e scambiare due piacevoli chiacchiere in compagnia.

Ulteriori informazioni sui nostri schermi!

Staff Ufficio Giovani di Moviementu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *